Come costruire il proprio bankroll senza effettuare neppure il primo versamento

Nel mese di settembre del 2007 Chris ha finalmente raggiunto il suo obiettivo, guadagnando la cifra di $10,000 partendo da $0. Appena raggiunto il suo scopo ha tenuto fede alla sua parola, come fa sempre, e ha donato l’intera somma alla Fondazione Save the Children.

Ecco come ha fatto:

chris-updated-graph

Ha iniziato con nient’altro che un conto su Full Tilt Poker, e ha partecipato a vari freeroll finché ha raggiunto una cifra che gli permettesse di giocare nei tornei con buy-in a soldi reali. Dal quel punto in poi, ha fissato una serie di regole per costruirsi il bankroll e le ha seguite in maniera rigida:

  • Non ha mai partecipato a una partita cash o un Sit & Go che impegnasse più del 5% del suo bankroll totale; l’unica eccezione erano i limiti più bassi: poteva effettuare il buy-in in qualsiasi partita che costasse $2.50 o meno
  • Non ha mai partecipato a un torneo multitavolo che costasse più del 2% del suo bankroll totale; l’unica eccezione erano i tornei MTT da $1
  • Se in un qualsiasi momento, durante una partita cash No-Limit o Pot-Limit, i soldi che aveva al tavolo rappresentavano più del 10 per cento del suo bankroll totale, Chris doveva lasciare il tavolo appena era di controbuio.

All’inizio non è stato facile, ha dovuto giocare in maniera disciplinata per sette mesi finché il suo bankroll si è stabilizzato sui $6.50. Chris però non si è lasciato scoraggiare, e ha mantenuto la l’autocontrollo e l’impegno che gli hanno permesso di continuare nella sua sfida. Il 26 novembre 2006 Chris ha raggiunto il suo più grande punto di svolta. Ha trasformato $1 di buy-in di un torneo in una vincita di $104 in soldi reali, classificandosi secondo in un torneo con 683 partecipanti. Anche se il suo bankroll era cresciuto molto grazie a questa vincita, Chris ha impiegato altri nove mesi di duro lavoro per raggiungere i $10.000. Grazie alla sua costanza nel seguire minuziosamente le regole di gestione del bankroll che si era prefissato, Chris ha raggiunto il suo scopo nel settembre dell’anno seguente.

Per imparare nei dettagli come far fruttare la bravura e la pazienza guadagnando migliaia di dollari, leggi sotto l’articolo della serie Consigli dei Pro di Chris sulla gestione del bankroll. Ricorda che quando giochi in un torneo o in una partita cash che è al di sopra delle tue possibilità metti a rischio tutto il tuo bankroll. Se invece pianifichi la tua strategia in anticipo e giochi con intelligenza, riuscirai a sopravvivere a qualsiasi “bad beat” o ai periodi sfortunati senza rovinarti. Chris Ferguson questo lo sa bene, perché ce l’ha fatta.

:cuori :fiori :quadri :picche

Iniziare da zero

di Chris Fergusontratto da FullTilt.com

È passato quasi un anno dal mio esperimento su Full Tilt Poker di trasformare $0 in $10.000. Dal momento che partivo da zero, la mia unica opzione era quella di iniziare giocando nei freeroll. Riuscivo spesso a vincere uno o due dollari però perdevo tutto rapidamente e dovevo iniziare da capo. Ho impiegato un pò di tempo però alla fine sono riuscito ad adattare il mio gioco.

Anche oggi le persone non credono che sia io quando mi vedono seduto ai tavoli small stakes di Full Tilt. Mi chiedono spesso che cosa ci faccio seduto lì e spesso mi raccontano la loro storia di come hanno trasformato $5 in $500 oppure $100 in $1.000. Spesso queste storie si concludono con la perdita di tutti i guadagni. Questo non mi sorprende: molti di questi giocatori hanno aumentato il loro bankroll giocando a livelli fuori dalla loro portata. E se vincevano, salivano di livello rischiando tutto un’altra volta. Come era facile prevedere, hanno perso tutto in poche mani importanti.

Il denaro c’entra poco con questo esperimento. L’obiettivo è mostrare come si può iniziare con niente fino a raggiungere un livello alto gestendo il proprio bankroll in maniera intelligente. So che è possible dal momento che l’ho già fatto una volta ed ho trasformato $1 in $20.000.

Di conseguenza ho stabilito alcune regole in modo da mantenere stabile il mio bankroll:

  • Non gioco nessun cash game oppure sit & go che rappresenta più del 5% del mio bankroll (c’è un’eccezione per i tavoli con buy-in di $2.50 o meno).
  • Non gioco nessun torneo multitable dal buy-in superiore al 2% del mio bankroll però posso giocare qualsiasi torneo multitable da $1
  • Se in un qualsiasi momento di una sessione cash di No-Limit o Pot-Limit i soldi al tavolo rappresentano più del 10% del mio bankroll, allora devo interrompere questa partita una volta passato il mio turno di controbuio.

Penso che molti giocatori farebbero bene a seguire queste regole. Un grande vantaggio di questa strategia è che molti di loro giocherebbero solo i sit & go o i tornei che si possono permettere. Non giocherai mai a lungo ad un livello in cui perdi e l’unica soluzione è quella di scendere di livello. Potrai migliorare il gioco a dei livelli più bassi fino a quando il tuo bankroll ti permetterà di salire al livello superiore. Inoltre queste regole ti permettono di non perdere il tuo bankroll nei casi in cui la fortuna ti abbandona.

Per molti giocatori è difficile scendere di livello e giocare a dei limiti più bassi. Lo vedono come un fallimento e spesso il loro ego non li fa ragionare. Spesso i giocatori vogliono rimanere a quel livello e vincere quello che hanno perso fino a quel momento. Questo però rischia di mandare in tilt un giocatore e distruggere il bankroll in breve tempo. Per me è stato molto difficile scendere di livello quando cercavo di trasformare $0 in $20.000. Infatti la prima volta che ho giocato al tavolo da $25/$50, ho perso. Ho seguito le mie regole e sono passato al $10/$25. Ho avuto varie sessioni con delle perdite e sono poi passato al $5/$10. Questo passaggio è stato molto difficile: dopo aver giocato al $25/$50, i tavoli da $5/$10 mi sembravano noiosi.

Ho cercato di seguire la giusta disciplina e questo mi ha motivato per giocare meglio ai livelli più bassi. Non volevo perdere di nuovo perchè sapevo che una delle conseguenze sarebbe stata quella di scendere di nuovo di livello ed avrei impiegato oltre un mese per tornare dove ero. Se ti senti annoiato o frustrato quando giochi ai livelli inferiori, questo significa che non stai giocando bene. Prova a fare una pausa e potresti poi tornare con una nuova mentalità e con motivazioni più grandi.

Ci sono alcuni consigli fondamentali nella gestione del bankroll. Per prima cosa, non giocare mai ad una partita nella quale sei fuori bankroll solo perchè quel giorno ti sembra facile. Non è saggio giocare delle partite nella quali metti a rischio il tuo bankroll. Un altro punto importante è quello di evitare le partite in cui sei al massimo dei tuoi limiti; giocando a limiti inferiori hai maggiori opportunità di ottenere profitto.

Sono convinto che seguendo queste regole riuscirò nel mio obiettivo di raggiungere i $10.000. È molto probabile che queste regole possano aiutare anche te man mano che ti poni nuovi traguardi giocando a poker.

sigferguson

2 thoughts on “Come costruire il proprio bankroll senza effettuare neppure il primo versamento

  1. Enrico Lazzari Post author

    Se lo dici tu… :-) L’impresa di Ferguson è reale e durante il goioco era costantemente monitorato e seguito. Quindi nessun dubbio… E non è l’unico.. c’è chi ha fatto molto meglio… prova a ricercare Xblink con google…
    Se non hai fiducia nel sistema poker online è meglio per te che smetti subito di giocare, perchè se dovissi perdere non ti metteresti ind iscussione per capire dove sbagli e come migliorare ma daresti la colpa ad entità esterne e astratte e non a te… Marco Trevix, nel suo libro Kill Luck, scrive: “…I vincenti trovano sempre una strada! I perdenti trovano sempre una scusa!”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *